Menu

Angst+Pfister in pole position

Nella corsa per l'acquisizione di nuovi clienti, gli ingegneri di Angst+Pfister puntano sulla fiducia guadagnata grazie alla competenza. Quando si tratta di due ruote sportive come il nuovo modello di motocicletta RR della BMW, non può mancare inoltre nessuno dei due seguenti fattori: rapidità di sviluppo e un prodotto della massima qualità. Uno sguardo al passato a quando è iniziata una partnership basata sui risultati.


La superbike dei superlativi: Con la "BMW S 1000 RR", la casa motociclistica bavarese ha definito il nuovo standard di prestazioni.

 

 


 

«Per il primissimo ordine di BMW il nostro obiettivo era quello di guadagnare la fiducia di questo nuovo cliente con la nostra competenza ingegneristica», racconta Mario Eckel, Product Application Engineer di Angst+Pfister in Germania. A quel tempo, nell’ottobre 2017, ci era stato richiesto un elemento antivibrante in gomma-metallo per ridurre le vibrazioni di disturbo nel manubrio provocate dai contrappesi posti sui due lati esterni del manubrio stesso.

Un prodotto di livello superiore

BMW fabbrica motociclette sin dal 1923 e nel 2018 ne sono state vendute 160.000 in tutto il mondo. Sono anni che questa casa costruttrice aumenta le sue vendite. Dieci anni dopo che la prima generazione di RR aveva affascinato il mondo motociclistico, la casa motociclistica bavarese ha presentato nel 2018 il livello successivo in fatto di prestazioni: la "BMW S 1000 RR". Per questo prodotto quasi ogni componente della "RR" è stato rivisto: dal muso fino alla coda. Risultato: una superbike superlativa. Per questo motivo si è reso necessario anche un super supporto in gomma-metallo per il manubrio. Così gli ingegneri di Angst+Pfister si sono trovati davanti a una sfida.

"Dopo il primo incontro con gli ingegneri di BMW ci siamo subito resi conto del fatto che le boccole standard del nostro catalogo non potevano essere utilizzate per questo scopo" dichiara Mario Eckel. BMW richiedeva una rigidità assiale da 350 a 500 N/mm. Oltre ad offrire know-how ingegneristico, era necessario conquistare il nuovo cliente anche con la rapidità di sviluppo mantenendo allo stesso tempo i più elevati requisiti di qualità. BMW aveva fornito ad Angst+Pfister dati e due proposte di progetto. Dopo un brainstorming con BMW, gli ingegneri di Angst+Pfister hanno scelto un progetto che prevedeva di fissare il supporto ai tubi del manubrio, con i contrappesi applicati al supporto stesso tramite una vite. Questa soluzione presentava il vantaggio che sia i contrappesi che la boccola potevano essere sostituiti. Inoltre risultava accattivante anche dal punto di vista estetico.

Successivamente BMW ha fornito ad Angst+Pfister le specifiche tecniche dettagliate. "Dopo i primi risultati, abbiamo parlato con BMW di alcune varianti di progetto in modo che con i primi prototipi fosse possibile utilizzare varie boccole con rigidità differente", racconta Mario Eckel. Già alla fine del 2017 Angst+Pfister aveva fornito tre diversi campioni con differenti rigidità e tipi di gomma.

 

Per saperne di più su APSOvib®, la tecnologia dell’antivibrazione


 

I giusti ingredienti per il vincitore

Anche se BMW si era concentrata su una variante, aveva richiesto ulteriori sperimentazioni e miglioramenti riguardo la mescola di gomma. "A questo punto siamo arrivati al nostro argomento preferito: il compounding" afferma con entusiasmo Mario Eckel che aveva visto nel laboratorio interno di compounding uno dei punti di forza per il team di Angst+Pfister. Lavorando a pieno ritmo il laboratorio ha fornito a BMW le nuove boccole da testare. Così BMW aveva potuto avere a disposizione diversi materiali, come gomma naturale e neoprene con diverse rigidità, per eseguire i test sul banco di test e i giri di prova in un'area di collaudo. Contemporaneamente era stato commissionato lo stampo definitivo, per non compromettere l'inserimento programmato della motocicletta nella produzione in serie.

I risultati al banco di test erano stati positivi, ma il collaudatore ha fornito inaspettatamente un feedback critico. "Durante i giri di prova si sono verificate vibrazioni impreviste che non erano state rilevate al banco di collaudo. Questo aveva provocato il guasto di alcuni elementi annessi al manubrio" ricorda Mario Eckel. Dopo un incontro con il collaudatore e con i risultati dei test a quel punto disponibili, il team Angst+Pfister aveva ripetuto l’analisi degli elementi finiti e procedendo per tentativi era arrivato a realizzare un componente con una rigidità ancora più elevata, così al secondo tentativo si era fatto centro, come dimostrato anche dai campioni successivi. 
 

Una progettazione che fissa nuovi standard

Altri test sono stati svolti prima dell’avvio della produzione in serie: per garantire una lunga durata, i manubri con le nuove boccole son stati montati su una pedana vibrante. In questo modo si sono potuti collaudare i punti critici del materiale, per 72 ore a 500 Hertz e a 60 gradi Celsius. Lo scostamento di frequenza ammesso era al massimo del dieci percento. I nuovi antivibranti sono riusciti a superare i test, senza deformazioni o fessurazioni. Nel test di resistenza allo strappo assiale hanno ottenuto valori di misura perfetti di oltre sei kilonewton. Di tutta l’esecuzione dei collaudi e della relativa documentazione si è occupata Angst+Pfister. Nell'ottobre 2018, ad un anno dal bando, si era già pronti per la produzione in serie. Le boccole di Angst+Pfister hanno ottenuto l'omologazione PPAP Livello 3, uno standard per lo sviluppo e l'industrializzazione di componenti automobilistici.

"Per la riuscita del progetto è stato determinante definire insieme i requisiti per il componente e successivamente la stretta collaborazione tra il reparto di sviluppo e il collaudatore su pista", sostiene Mario Eckel. Il disegno di serie conteneva così tanti dettagli che BMW ha potuto utilizzarlo anche per trarne spunti utili per altre serie di motociclette. Grazie a questa nostra impresa ingegneristica ci siamo guadagnati la pole position per le motociclette da corsa.” Angst+Pfister Germania attualmente è infatti già impegnata su due progetti di follow-up.

 

I supporti in gomma/metallo Angst+Pfister riducono le vibrazioni fastidiose sul manubrio.

 


Per saperne di più sulle nostre soluzioni per l'industria automobilistica


 



published: 27 ott 2020, 09:06:00  by: Angst+Pfister Group